L'Ente Parco Regionale dei Campi Flegrei è stato istituito con la legge regionale n. 33 del 1 settembre 1993, nel rispetto della Costituzione Italiana e secondo le disposizioni generali della legge quadro n. 394/1991.
E' dotato di personalità giuridica di diritto pubblico ed è sottoposto alla vigilanza della Regione Campania.

Attraverso i propri Organi, il Comitato Scientifico, con l'azione del Direttore e del proprio personale in organico, pianifica e programma con azioni, interventi e regolamenti per perseguire il fine della tutela istituzionale delle peculiarità naturali, ambientali e storiche dei Campi Flegrei, in funzione del loro uso sociale, per la promozione della ricerca scientifica e dell'educazione ambientale.

Opera, secondo il dettame Statutario, per la tutela dei valori naturalistici, agricoli, paesaggistici ambientali e della biodiversità.

L'Ente Parco persegue il proprio obiettivo anche attraverso il miglioramento delle condizioni di vita delle comunità locali e la realizzazione di un equilibrato rapporto tra attività economiche ed ecosistema, per uno assetto sostenibile e responsabile.

Costituiscono il patrimonio naturale del Parco dei Campi Flegrei: le formazioni fisiche, geologiche, geomorfologiche e biologiche (terrestri e/o marine), che in forma di ecosistemi unitari ed interconnessi, hanno rilevante valore naturalistico e ambientale.

Nella loro unitarietà, gli ecosistemi del Parco rappresentano elementi costituitivi ed imprescindibili del paesaggio che ha affascinato i viaggiatori che hanno incontrato i Campi Flegrei nella Storia, nella Cultura, nella Letteratura e nell'Arte.
L'Ente è preposto alla tutela dei valori sopra richiamati, che, intrinsecamente vulnerabili, devono essere salvaguardati con specifici piani di gestione coerenti al Piano Territoriale del Parco ed al Piano pluriennale economico sociale per la promozione delle attività compatibili.

In attesa della loro adozione sono vigenti le Norme di Salvaguardia.

Lo scopo strategico dell'Ente è quello di realizzare il recupero e la valorizzazione dei caratteri di leggibilità e di conoscibilità del territorio, all'interno di paesaggi culturali, che risultano essere il prodotto del rapporto secolare tra la natura e l'attività umana come sancito dalla Convenzione Europea sul Paesaggio definito a Firenze il 20 ottobre 2000 ed in vigore dal 01 settembre 2006

Il tempo

giweather joomla module

Newsletter

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per essere aggiornato in tempo reale su tutte le novità e le iniziative del Parco

Potrai cancellarti in qualsiasi momento