Nel rispetto delle disposizioni di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 241, l'art. 30 dello Statuto garantisce, promuove e regolamenta la consultazione delle popolazioni locali, di gruppi e associazioni, stabilendo forme di partecipazione popolare finalizzate ad assicurare il buon andamento, l'imparzialità e la trasparenza della attività dell'Ente nel rispetto delle leggi vigenti.

L'Ente, infatti può attivare forme di consultazione per acquisire il parere di soggetti economici su specifici problemi, in ordine al conseguimento delle finalità istitutive.

I cittadini, le associazioni, i comitati ed i soggetti collettivi in genere possono rivolgere al Presidente del Parco istanze, petizioni o proposte dirette a promuovere interventi per la miglior tutela di interessi collettivi.

Il Presidente convoca il "Forum per la partecipazione" almeno ogni anno e convoca cittadini, associazioni, forze politiche, sociali ed economiche del territorio ai fini della condivisione delle scelte dell'Ente Parco da parte delle comunità locali.

Le modalità di convocazione, di ordinamento e di funzionamento degli istituti di partecipazione previsti dallo Statuto sono stabilite con apposito Regolamento approvato dal Consiglio direttivo, che garantirà il pieno rispetto dei principi della partecipazione.

Il tempo

giweather joomla module

Newsletter

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per essere aggiornato in tempo reale su tutte le novità e le iniziative del Parco

Potrai cancellarti in qualsiasi momento